Archivio mensile: agosto 2017

Cannoncini!!!

Ciao Amici,

rieccomi per un’ altra ricetta davvero facile: mi era avanzata una sfoglia nel frigorifero, da qualche mese avevo comprato i coni di acciaio per fare i cannoncini e allora ieri sera mi sono lanciata in questo esperimento. Risultato ottimo in pochissimi minuti. La parte più impegnativa è preparare la crema pasticcera, ma per il resto è davvero semplice. Se non avete i coni da utilizzare come stampo non preoccupatevi e non mollate già l’impresa..potete costruirveli voi con carta da forno e carta alluminio (ecco un link dopo lo spiegano semplicemente http://forum-ricette.cookaround.com/threads/100267-Coni-in-alluminio?p=1499212#post1499212 ) semplicemente in casa.

Iniziamo con l’aprire la pasta sfoglia (ben fresca da frigorifero mi raccomando) e tagliare delle strisce di circa 2,5 cm (a me ne sono venute per fare 12 cannoncini). Se utilizzate una sfoglia rettangolare sarà più semplice, invece con quella rotonda i due pezzi più corti potete unirli per formare una striscia sola. Io comunque ne ho fatti solo 9 di cannoncini perchè non avevo abbastanza conetti 🙁

cannoncini

Una volta create le strisce di pasta arrotolarla attorno ai conetti, sovrapponendo di un centimetro circa uno strato sull’altro. Alla fine chiudete bene il bordo se no in cottura si alzerà la pasta. Non c’è bisogno di imburrare i conetti (sia essi d’acciaio o home made) perchè si staccheranno molto facilmente una volta cotti.

cannoncini

Preparare la teglia coperta con carta da forno, bagnare i cannoncini con acqua e cospargere con dello zucchero semolato (l’acqua funge da collante in quanto la pasta sfoglia si asciuga in fretta all’aria aperta).

cannoncinicannoncini

Infornare a 180° per 20 minuti circa. Non appena saranno cotti sfornarli e lasciarli intiepidire. Solo in seguito sfilare lo stampo.

cannoncini

Nel mentre aspettate che i cannoncini cuociano potete preparare la crema pasticcera: per riempire 10-11 cannoncini basterà usare

  • 250 ml latte
  • 3 tuorli
  • 25 gr fecola di patate (o amido di mais)
  • 75 gr zucchero
  • aroma di vaniglia (o succo di limone)

Riscaldare il latte in un pentolino con l’aroma di vaniglia (o limone); sbattete in un’altra ciotola, con la frusta, il tuorlo e lo zucchero quindi aggiungete l’amido. Raggiunta l’ebollizione del latte versarlo sul composto a filo, amalgamando con la frusta velocemente. Riportare il composto sul fuoco e mescolate continuamente fino a che la crema non si sarà addensata. Trasferite così la crema pasticcera in una ciotola e fatela raffreddare conservandola con un foglio di pellicola a contatto.

Una volta fredda potete riempire i vostri cannoncini. Ecco come sono venuti i miei!!!!! 🙂 🙂

cannoncinicannoncini cannoncini

Ovviamente nulla vi vieta di provare altri ripieni, anzi ben venga: consiglio la crema pasticcera al cioccolato (o nutella) aggiungendo pezzi di cioccolato o cucchiate di nutella nella crema già pronta e ancora calda (così si scioglierà bene!), oppure panna montata, oppure crema chantilly. Potreste poi decorare la punta con della granella di nocciole, di mandorle, delle codette colorate o di cioccolato: chi più ne ha più ne metta in questo caso…dipende tutto dalla vostra golosità!!!! Provate per credere e create ciò che più vi piace…fate contenta la vostra pancia ogni tanto!!! 🙂

S.

 

Intollerante al lattosio? TORTA ALBUMI

Ciao Amici,

eccomi stasera a proporre una ricetta tanto richiesta da coloro che soffrono di intolleranza al lattosio: una torta semplicissima e molto gustosa, per una colazione che soddisferà a pieno la vostra golosità. Mi sono scervellata un pochino per trovare una ricetta e poi ho colto due piccioni con una fava: ricetta senza lattosio + molti albumi da smaltire (restati dalla crema pasticcera preparata qualche giorno fa). Quindi perchè non provare questa torta solo Albumi…pochi ingredienti, velocissima e davvero personalizzabile per tutti i gusti. Partiamo con la preparazione allora.

INGREDIENTI

  • 7 Albumitorta albumi
  • 130 gr zucchero
  • 100 gr farina
  • 2 cucchiai di succo di limone (o essenza di limone)
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina lievito per dolci

PREPARAZIONE:

Montare gli albumi a neve fermissima con 80 gr di zucchero, il lievito e la vanillina.

La prova del nove degli albumi montati a neve ferma? Ribaltare la ciotola senza timore e l'albume non da segni di muoversi :)

La prova del nove degli albumi montati a neve ferma? Ribaltare la ciotola senza timore e l’albume non da segni di muoversi 🙂

A parte miscelare la farina con il restante 50 gr di zucchero.

Mettere poi il composto solido nell’albume montato e mescolare dal basso verso l’alto con una spatola. Solo in ultimo aggiungere il limone.

torta albumi

Infornare in una teglia di 18-20 cm non imburrata ne infarinata e cuocere a 170° per 40 minuti circa (fare sempre la prova dello stecchino per verificarne la cottura).

torta albumi

Farla raffreddare a testa in giù su una gratella e sbatterla lievemente (una volta raffreddata) per staccarla dalla teglia.

Le decorazioni possono essere tantissime: semplice zucchero a velo, tagliarla e farcirla con la marmellata, o con la crema spalmabile al cioccolato, con la crema pasticcera o con qualsiasi cosa vi possa piacere. E’ quindi una ricetta ideale per intolleranti al lattosio (non prevedere nè burro, nè latte, nè yogurt) ma allo stesso tempo golosa e invitante per chi non lo è, sopratutto se farcita a piacere.

La mia versione per una colazione super light prevedere solo zucchero a velo

La mia versione per una colazione super light prevedere solo zucchero a velo

 

Questa mattina l’ho portata per colazione al lavoro. Grazie a chi ha apprezzato e a chi proverà a farla..fatemi sapere come è andata!! A noi è piaciuta molto 🙂

S,

torta albumi torta albumi

Grazie Carmen per la posa :)

Grazie Carmen per la posa 🙂

Muffin Cocco e More

Ciao Amici,

quest’oggi vi propongo una ricettina veloce che ho provato a fare sabato per una merenda speciale. Avevo visto la ricetta tempo fa e mi ero giurata di rifarla al più presto..quale occasione migliore. Io adoro i muffin, ma come sempre ho qualche problema nel farli..non so ben distribuire il composto nei pirottini, quindi mi vengono sempre delle mini torte!! 😛 Questa ricetta secondo me era per circa 10/12 muffin, ma a me sono venuti 7 giga muffin!!! Buonissimi, ma forse un pò troppo grossi: vedete voi come li preferite, più piccini oppure più belli sostanziosi (dipendere un pò dall’appetito che avete!!)

INGREDIENTI

Per impasto base:muffin

  • 2 uova
  • 50 gr burro morbido
  • 200 gr farina
  • mezza bustina lievito
  • 120 gr zucchero
  • 2 cucchiai farina cocco

Per composto di more (in alternativa usare marmellata già pronta di more):

  • 100 gr more
  • 100 gr zucchero semolato
  • succo di limone

Per la crema al cocco (usata come decorazione):

  • 50 gr formaggio spalmabile
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai farina di cocco

PREPARAZIONE:

Preparare la composta di more mettendo le more, lo zucchero e il limone in un pentolino e schiacciandole con una forchetta: a fiamma bassa sciogliere il tutto, mescolando, fino a quando non si sarà leggermente addensato. Lasciar dunque raffreddare.

muffin

Per preparare i muffin mettere in una terrina il burro con lo zucchero creando una crema, unire poi le uova e mescolare ancora, per ultimo aggiungere la farina 00 e quella di cocco con il lievito e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.

muffin muffin

Mettere due cucchiai di impasto nel pirottino, al centro un cucchiaino di composta di more e ricoprire poi con altro impasto. Io ovviamente ho sbagliato un pochino le dosi: mi sono usciti pochi muffin e non avevo abbastanza impasto poi per ricoprire…vedete un pò voi come organizzare la creazione, ma mi raccomando state cauti con il primo cucchiaio di impasto, se no davvero non ve ne avanza per la copertura. Infornare a 180° per 20 minuti circa. Una volta cotti lasciar raffreddare.

muffin

A me è ‘sbordata’ un po la composta di more, avendo usato poca pasta per richiudere!

muffin

Per preparare la decorazione miscelare il formaggio spalmabile con lo zucchero e la farina di cocco. Ecco il risultato

muffin muffin muffin

Come dico sempre io non si sbaglia se non si cucina: il piccolo errore di prima (di misurazione della porzione di impasto) che ha fatto strabordare la composta di more è stato esteticamente coperto da questa decorazione. Come si suol dire che sbagliando si impara ma ingegnandosi si riesce anche a sopperire l’errore. Guardate come sono carini ora i muffin: cocco e more accoppiata azzeccata. Fatemi sapere se è cosi anche per voi!!!! 🙂

A prestisssimo

S.

Tarte au Citron

Bonjour mes amis! Comment ça va?

Oggi ho deciso di postarvi una ricetta davvero gustosa: la TARTE AU CITRON! Non è una torta prettamente francese, ma l’ho sperimentata per il compleanno ieri di un mio collega (che è francese) che ha desiderato tanto la sua torta preferita e quindi perché non provare a farla?

Una crostata al limone, che può sembrare banale ma davvero è una delle torta più buone, più belle e più gustose che abbia mai fatto, mi sono quasi stupita!Ieri sera è stata un successone! Le fasi di preparazione sono essenzialmente tre: la frolla, la crema pasticcera al limone e l’assemblaggio/cottura finale. Io non avendo molto tempo ho preparato ogni cosa in due giorni diversi e vi assicuro che è stata la scelta migliore perché comunque la crema pasticcera dura in frigorifero fino a 3 giorni e la pasta frolla anche una settimana, quindi perché non portarsi avanti appena si ha un po di tempo? Comunque procediamo subito perché vi vedo già con l’acquolina in bocca 🙂

INGREDIENTI:

Per la frolla:

  • 300 gr Farinacrostata limone
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 100 gr zucchero semolato
  • 150 gr burro
  • 1 cucchiaino lievito
  • 1 pizzico di sale

 

 

Per la crema pasticcera al limone:

  • 700 ml latte torta al limone
  • 50 ml succo di limone (o una fialetta aroma di limone)
  • 60 gr amido di mais (o fecola di patate)
  • 6 tuorli
  • 220 gr zucchero semolato
  • buccia di 2 limoni

PREPARAZIONE:

Iniziamo dalla pasta frolla, che io solitamente preparo nella planetaria, ma se non la possedete potete pure procedere a mano: insabbiare il burro con lo zucchero e poi aggiungere farina, uovo, lievito e sale tutti insieme e lavorare il tempo necessario per amalgamare tutto insieme. Attenzione a non continuare oltre perché si surriscalderebbe la pasta. Lavorare un panetto con le mani, richiuderlo in una pellicola trasparente e lasciarlo riposare in frigorifero almeno un ora (io l’ho lasciato due giorni quasi)

torta al limone torta al limone

Prepariamo la crema portando il latte a bollore insieme alle bucce del limone, che devono stare in infusione, una volta spento il fuoco, almeno 5 minuti.

torta al limone

Nel frattempo in una ciotola mescolare i tuorli con lo zucchero e in seguito anche l’amido di mais

torta al limone

Prendere poi il latte e, filtrandolo con l’aiuto di un colino, versarlo sul composto di uova. Mescolare e ritrasferirlo velocemente sul fuoco molto dolce continuando a mescolare. Continuare fino a quando si addensa.

torta al limone torta al limone

Spegnere il fuoco, aggiungere il succo di limone e coprire con una pellicola trasparente a contatto. Io preferisco trasferirlo in una pirofila piatta e di vetro così fredda più velocemente: trasferirlo poi in frigorifero e conservare per massimo tre giorni. (Questa crema è ottima anche per cannoncini, crostate, bignè..potete aromatizzarla come volete e farcire qualsiasi torta e dolce preferiate!)

torta al limone

Assemblaggio della torta avviene in una tortiera di 22 cm (così avrete una crostata bella alta!!), imburrata e coperta da carta da forno.

Stendere la frolla sulla base e sui bordi, e dopo averla bucata, farcirla con la crema pasticcera (per ravvivarla stemperatela un pochino con una frusta) e decorarla con le famose strisce di frolla in superficie.

IMG_20170824_193421-min IMG_20170824_194346-min

 

 

 

 

 

 

 

 

Cuocere a 180° per 50 minuti, controllando con lo stecchino la cottura. Lasciare intiepidire e conservarla in frigorifero fino a un’oretta prima di mangiarla (così si rassoda e amalgama bene i sapori).

Secondo me è una torta meravigliosa: fresca, cremosa, burrosa al punto giusto. Diciamo che per una buona colazione è perfetta, per dolce conclusivo dopo una cena a base di pizza un pò meno, ma ieri sera tutti hanno apprezzato ed è stranamente sparita in un batter d’occhio!!!

Provate per credere. Ecco le foto di come è venuta!!!Sperimentate anche voi 🙂 Non resterete delusi

IMG_20170826_135439[1]-min IMG_20170826_135533[1]-minIMG_20170824_203426-min

Stamattina Mug Cake!!!!

Ciao Amici,

stamattina mi sono svegliata con una voglia tremenda di dolce (strano no?). Non avevo voglia della solita triste colazione con biscotti e yogurt, ma cosa avrei potuto mangiare? Avrei voluto qualcosa di molto “ciccionoso”, tipo una torta, ma non avevo nulla di simile a casa nonostante sono giorni che inforno e sforno. Seduta al tavolo della cucina a meditare ho lanciato un occhio ad una rivista appena acquistata, ovviamente di cucina, ed eccomi illuminata… MUG CAKE!!!

mugcake

Pochi Ingredienti, rapidissima, solo uso del microonde e veramente invitante!! Sfoglio veloce i fogli ed ecco la ricetta: ho tutti gli ingredienti (sicuramente li avrete in casa anche voi) e solo pochi minuti di tempo…iniziamo!!

INGREDIENTI:mugcake

  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 1 cucchiaio di latte
  • 20 gr burro fuso
  • 1 cucchiaio di crema spalmabile cioccolato
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di vanillina

PREPARAZIONE:

Unire lo zucchero all’uovo e mescolare velocemente insieme, aggiungendo in ultimo il cucchiaio di latte.

Miscelare poi con il burro fuso per un minuto nel forno a microonde. Unire la farina, il lievito e la vanillina, quindi mescolare energicamente fino a quando non saranno più presenti grumi.

mugcake

Unire la farina e mescolare bene fino a quando non ci saranno più grumi

Dividere quindi il composto in due parti uguali e in uno dei due aggiungere il cucchiaio (abbondante) di crema spalmabile al cioccolato.

mugcake

Pronti i due composti metterne uno per volta (una dopo l’altra) nella mug e andare a creare la zebratura utilizzando un coltello e usandolo per marmorizzare facendo un movimento in verticale per smuovere e mischiare i due composti nella tazza.

mugcake

Ora è tutto pronto, tutto in un paio di minuti…possiamo infornare, anzi microondare, per 2 minuti a massima temperatura possibile (circa 750W)

Vedrete come crescerà bella in pochissimo tempo!!!Una volta pronta non basta che preparare un buonissimo tè, sistemare la tovaglietta e affondare il cucchiaio.. non aspettate che raffreddi perché è buonissima anche calda (e poi raffredda velocemente!). Una volta tuffato il cucchiaio vedrete che bella zebratura si è creata.

mugcake mugcake mugcake mugcake

A me è piaciuta molto, la consistenza è molto simile a quella di una torta paradiso e per la colazione (o per una merenda) è sfiziosa (ma soprattutto velocissima). Da sperimentare altri accostamenti, magari con un cuore cremoso all’interno, oppure con pezzi di frutta, yogurt o cocco…diciamo che ‘chi più ne ha più ne metta’!! Provateci anche voi e fatemi sapere se avete nuovi spunti.

A prestissimo

S.

Voglia di Tropici…Cheesecake Esotica!

esotica cheesecake esotica cheesecake2 esotica cheesecake

Ola amici.

Vi starete chiedendo cosa c’entrano un Ananas, con il formaggio spalmabile e del mango. Inizialmente me lo sono chiesta pure io appena acquistati qualche mese fa (tutto in offerta al supermercato!!) ma poi riflettendo mentre prendevo il sole estivo di Luglio mi sono detta “fa troppo caldo per una crostata, non ho voglia di accendere il forno..facciamo una bella cheesecake!”. Come molti sanno io sono una Choco Lover ma ogni tanto cado alla tentazione anche di provare qualche dolce alla frutta e, se devo essere sincera, questa Cheesecake tropicale mi ha lasciato senza parola, quasi (quasi però) come una torta al cioccolato: quindi dato che siamo ad Agosto, domani arriva Polifemo (settimo ciclone africano afoso di quest’anno) e si registreranno 40° all’ombra perchè non evitate di accendere il forno e assaggiate questo dolce fresco e veramente gustoso?

INGREDIENTI:

PER LA BASE

  • 200 gr biscotti secchi
  • 100 gr burro fuso
  • 20 gr zucchero di canna

PER IL RIPIENO

  • 500 gr Formaggio fresco spalmabile
  • 120 gr Zucchero a Velo
  • 100 gr Polpa di Mango a pezzi
  • 100 gr Polpa di Ananas a pezzi (io ho preso quella nella scatola di latta già pronta)
  • 100 gr Panna Fresca Liquida
  • 15 gr Gelatina Fogli

PER COPERTURA:

  • 200 ml Succo Ananas
  • 100 gr Polpa di Mango a pezzi
  • 100 gr Polpa di Ananas a pezzi
  • 15 gr Gelatina Fogli

Preparazione:

PREPARAZIONE BASE: mettete i biscotti nel mixer, aggiungete lo zucchero di canna, quindi sminuzzateli finemente. Amalgamare in una ciotola il composto con il burro fuso. Imburrate una tortiera, meglio se a cerchio apribile, del diametro di 22 cm foderata con carta da forno sia sul fondo che sui bordi.. Versate biscotti sbriciolati nella tortiera e con l’aiuto di un cucchiaio compattare bene. Raffreddare il composto in frigorifero per mezz’ora.

PREPARAZIONE FRUTTA: sbucciare e tagliare a pezzetti l’ananas e il mango, dividendo i pezzi della frutta in due ciotole da 200 gr l’una: 200 gr serviranno per la crema e i restanti 200 gr per la copertura di gelatina.

PREPARAZIONE CREMA: mettere la crema di formaggio in una planetaria e azionate le fruste per renderlo cremoso, poi unire i 200 gr di frutta tropicale in pezzi. Infine aggiungete lo zucchero a velo continuando a mescolare il composto con una spatola. Ammollare 15 gr di gelatina in fogli in acqua fredda per 10 minuti, e dopo averla strizzata scioglietela in 2 cucchiai di panna calda e lasciatela intiepidire. Per finire unite alla crema il resto della panna liquida e la miscela di gelatina e panna. Mescolare per amalgamare bene gli ingredienti e versate il composto ottenuto nella teglia con la base. La torta va lasciata così almeno 4 ore in frigorifero.

PREPARAZIONE GELATINA: Mettere nel mixer 100 gr di ananas e 100 gr di mango fino ad ottenere un composto cremoso da porre in un pentolino e far bollire per circa 5 minuti. Tolta dal fuoco unire la gelatina ammorbidita precedentemente in acqua e, solo in ultimo, il succo di ananas.

Una volta trascorso il tempo di riposo della torta ricoprirla con la gelatina e riporla di nuovo in frigorifero per un’oretta a rassodare.

E’ possibile poi decorarla e guarnirla come meglio si crede: panna montata, ananas, mango..oppure del cocco (mi è venuto in mente ora mentre scrivevo..secondo me sarebbe un bellissimo accostamento, anche inserire della farina di cocco nel composto cremoso che compone la torta…da sperimentare). Ecco la mia versione

cheesecake esotica

Veramente una torta buona, fresca e dal sentore davvero tropicale…quasi voglia di un tuffetto ai Caraibi.

Se la provate fatemi sapere se vi è piaciuta mi raccomando. A prestissimo con un’altra ricetta.

S.

Kipferl

Guter Abend Freunde (o ‘Buona sera Amici!’)

Inizio così perchè stasera voglio postare una ricettina di origine Austriaca molto facile. Sono stata in Austria un paio di volte, in occasione di mercatini natalizi ed oltre alla Sacher Torte (che a breve voglio fare!!!!), la torta Linzer o i krapfen sono sempre stata colpita da questi biscottini, che già dalla forma ricordano molto il Natale e l’odore fa venire voglia di una bella cioccolata calda (ma di quella ho sempre voglia!!). Comunque so che non è Natale, ma avendo delle mandorle aperte a casa e occorrendo davvero pochissimi ingredienti ho deciso di provare a farli. Quindi ecco a voi la ricetta per una bella colazione domani (anche se ne ho già finiti metà!)

INGREDIENTI (per circa 25 kipferl):kipferl

  • 125 gr Farina
  • 50 gr Mandorle
  • 75 gr Burro
  • 50 gr Zucchero
  • 1 Uovo
  • Aroma di vaniglia (o Vanillina)
  • (volendo si possono creare anche aromatizzati al cioccolato, in questo caso aggiungere anche 25 gr di cioccolato fondente grattugiato)

 

PREPARAZIONE

La ricetta è la medesima sia per i kipferl alla vaniglia che per quelli al cioccolato quindi iniziamo ponendo le mandorle nel mixer con metà dello zucchero  tritandole non troppo finemente. In una ciotola setacciate la farina, unite la granella di mandorle, incorporate la restante metà dello zucchero semolato e aromatizzate con la vaniglia. Unire in caso anche il cioccolato a scagliette. Solo in ultimo il burro a pezzetti e l’uovo. Impastare così velocemente con le mani fino ad ottenere un panetto compatto ed omogeneo che, chiuso in pellicola, dovrete lasciare un paio d’ore in frigorifero.

kipferl3

Versione con cioccolato e semplice alla vaniglia

Versione con cioccolato e semplice alla vaniglia

 

 

 

Trascorso il tempo di riposo prendete il panetto, dividerlo in pezzetti da circa 15 gr ciascun, che andranno arrotolati per creare dei filoncini spessi ½ cm e lunghi circa 10 cm che devono essere ripiegati a ferro di cavallo. Riempita la teglia lasciar rassodare per circa mezz’oretta in frigorifero.

kipferl4

Lasciate rassodare mezz'oretta in frigorifero

Lasciate rassodare mezz’oretta in frigorifero

Trascorso il tempo di riposo cuocete i kipferl in forno ventilato a 150° per 15 minuti. A cottura ultimata sfornate i biscottini, lasciateli raffreddare su una gratella e poi cospargete la superficie con lo zucchero a velo, oppure per una versione più golosa (o cioccolatosa come piace a me!) fondere il cioccolato fondente e intingere lievemente le punte.

kipferl5 kipferl6 kipferl7

Una colazione per iniziare bene la giornata domani…anche se metà sono già spariti dal piatto!!! 🙂

Come sempre ricordate…DON’T WORRY BE HAPPY!!!!

S.

Salame di Cioccolato con Pistacchi

Ciao a tutti,

rieccomi oggi con una seconda ricetta..Cioccolatosa al massimo ovviamente!! Domani devo rientrare al lavoro e cosa c’è di meglio che fare una bella colazione con una fetta di Salame al cioccolato? Ho voluto provare la versione senza uova e con l’aggiunta di Pistacchi che secondo me ci azzeccano proprio con il cioccolato.

INGREDIENTI:

  • 150 gr di Burro Morbidosalame cioccolato
  • 150 gr Biscotti Secchi
  • 50 gr Zucchero a Velo
  • 250 gr Cioccolato Fondente (non oltre 70%)
  • Scorza d’Arancia
  • 100 gr Pistacchi (o Mandorle, o Nocciole)

 

PREPARAZIONE:

Per prima cosa ridurre a pezzi il cioccolato e metterlo in una casseruola a bagnomaria sul fuoco, in modo che il pentolino non sia a contatto diretto con la fiamma. Mescolare spesso finché scioglie completamente, quindi lasciar intiepidire.

salame cioccolato 2salame 3

Nel frattempo sbattere con le fruste il burro ammorbidito con lo zucchero a velo e la scorza d’arancia fino ad ottenere una composto cremoso.

salame ciocco 4

Attenzione a grattugiare la scorsa d’Arancia, utilizzare solo la parte arancione e non quella bianca più interna che renderebbe il tutto amaro

Versate anche il cioccolato ormai tiepido e continuate a sbattere, fino ad ottenere un impasto omogeneo. A questo punto rompete i biscotti grossolanamente con le mani e unirli insieme alla frutta secca: utilizzare ora una spatola per mescolare.

salame ciocco

Pronto l’impasto possiamo ora confezionare il nostro salame utilizzando un foglio di carta da forno e arrotolando i lembi attorno al salsicciotto, compattando bene con le mani e sigillando le estremità. Lasciar così rassodare in frigorifero per almeno 2 ore.

IMG_20170821_121235-minsalame cioccolatoso

Il salame conviene comunque lasciarlo incartato e in frigorifero fino a quando si vuole consumare. A quel punto prelevarlo dalla carta, decorarlo con lo zucchero a velo (e magari anche un bello spago per renderlo scenografico!) e aspettare una ventina di minuti prima di mangiarlo.

IMG_20170821_163352_1-min IMG_20170821_163421-min IMG_20170821_163450-min

Ecco il salame concluso! Una volta tagliato l’effetto dei pistacchi è davvero bellissimo e l’odorino di cioccolato davvero inebriante.

Con queste dosi ci mangiano circa 10 persone…direi che domani mattina posso condividerlo con i miei colleghi per iniziare con il piede giusto la giornata! 🙂

Provatelo anche voi e fatemi sapere cosa ne pensate scrivendomi!!

A domani

S.

Torta Caprese

Eccomi con la prima torta che vorrei proporvi che ovviamente non poteva essere che un tripudio di Cioccolato. Chi mi conosce sa che sono una Choco Lover e quindi cosa c’è di meglio di una buonissima TORTA CAPRESE.

Sono appena tornata da una vacanza stupenda a Napoli e dintorni e ho avuto modo di assaggiare questa torta nella sua madrepatria (per un piccolo inconveniente meteorologico non proprio a Capri, ma nella vicinissima Sorrento si!) e vi assicuro che se adorate cioccolato e mandorle questa torta fa al caso vostro! Appena tornata non potevo non provare a rifarla, così, giusto per riassaporare un po il clima di vacanza che purtroppo sta passando e, perché no, per iniziare bene il Lunedì mattina che incombe con una bella fetta di torta 🙂

Niente gita a Capri per Mal Tempo? Ci consoliemo con una colazione Top a Sorrento!

Niente gita a Capri per maltempo? Consoliamoci così! Ecco la Caprese della Pasticceria Veneruso a Sorrento

INGREDIENTI (per stampo 22-24 cm)Ingredienti Caprese

  • 175 gr Cioccolato Fondente Grattugiato
  • 175 gr Zucchero A Velo
  • 175 gr Burro Ammorbidito
  • 30 gr Cacao Amaro in Polvere
  • 80 gr Mandorle Pelate Tritate
  • 5 Tuorli
  • 5 Albumi
  • 60 gr Fecola di Patate
  • 1 Bustina Lievito

PREPARAZIONE

Per preparare la torta caprese cominciate versando in una ciotola il burro a temperatura ambiente e lo zucchero. Azionate le fruste a velocità medio-alta e dopo 6-7 minuti aggiungete anche il pizzico di sale e i tuorli d’uovo (incorporateli uno alla volta attendendo che il precedente sia stato ben assimilato). Il composto dopo pochi minuti risulterà ben spumoso quindi spegnete la fruste e tenete da parte

Burro, zucchero e tuorli d'uovo

Burro, zucchero e tuorli d’uovo

In un’altra ciotola miscelate le polveri: unite il cioccolato grattugiato, la fecola di patate, il lievito e il cacao amaro in polvere. Inglobare poi questa miscela ai tuorli precedenti montati e unire anche le mandorle tritate. Per gusto personale non le ho ridotte proprio a farina, ma le ho tenute grossolane così che si sentano durante l’assaggio. Mescolate bene il tutto e tenete da parte.

Miscela di Polveri

Composto ai Tuorli unito alle polveri e alle Mandorle

Miscela di Polveri

Miscela di Polveri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In un’altra ciotola versate gli albumi e cominciate a montarli con le fruste: dopo qualche minuto risulterà lucido e spumoso.

Tutte le preparazioni sono completate, quindi preriscaldate il forno a 170° e iniziate a miscelarle: aggiungete al composto di tuorli e burro un le polveri e gli albumi montati e amalgamate bene con la spatola, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto e continuate così fino a che non otterrete un impasto uniforme. Versate il composto liscio e cremoso in una tortiera già imburrata e infarinata con fecola di patate. Livellate accuratamente la superficie e cuocete in forno ventilato a 170° per circa 45 minuti.

Prima di sfornare fate sempre la prova dello stecchino! Per il mio forno 45 min sono stati perfetti, ma si sa mai!

Prima di sfornare fate sempre la prova dello stecchino! Per il mio forno 45 min sono stati perfetti, ma si sa mai!

Torta pronta per l'infornata!

Torta pronta per l’infornata!

 

 

Una volta cotta, lasciate intiepidire la torta nello stampo, poi capovolgetela e sformatela . Poi rigiratela nuovamente su un piatto foderato con carta forno e lasciatela raffreddare completamente. Una volta pronta decoratala con lo zucchero a velo, se nel mentre non ne avrete già addentata un pezzo! Che profumino di cioccolato nell’aria!

Caprese7 Caprese ConclusaCaprese10

La torta caprese può essere conservata a temperatura ambiente, in un luogo fresco, sotto una campana di vetro per 3-4 giorni.
Essendo una torta priva di farina è ottima anche per persone Celiache, e per amanti del Cioccolato. Non resterete delusi.

Spero sia stata di vostro gradimento questa torta e che vi dia la forza domani di iniziare la settimana..anche se non so se qui a casa durerà per domani a colazione.

A prestissimo

S.

Siamo alla frutta…per fortuna poi arriva il Dolce!

Ciao a tutti!!!

E’ così che oggi inizia questa avventura, proprio la domenica prima del rientro a lavoro dopo le vacanze estive…scelta ardua per iniziare a scrivere un blog, ma ne ho proprio bisogno. Oggi sono arrivata alla frutta in tutti i sensi e c’è bisogno di dolci per riuscire a superare questa ripartenza! C’è chi è ancora in ferie, c’è chi le ferie non le ha fatte oppure chi le ha terminate…tutti, oggi più che mai, per un motivo o per l’altro, abbiamo bisogno di Dolci: voglio iniziare questo viaggio con voi, sperando che sia piacevole e che vi faccia scoprire come è bello cucinare, mangiare e regalare qualcosa fatto con le proprie mani.

Io non sono una professionista, anzi di lavoro faccio tutt’altro (8-9 ore davanti al computer di un ufficio!) ma la cucina, sopratutto la pasticceria, da un anno a questa parte è diventata una passione. Ho frequentato un corso di pasticceria nella mia Città (Crema, nome più dolce non si può!) e ora mi diletto a sperimentare prelibatezze per me, ma sopratutto per gli altri.

Un dolce può risollevare la giornata, può regalare un sorriso a chi è triste, può appagare la vista e la pancia, ma sopratutto, bello o meno bello che sia, se fatto con cuore, ricordate che, risulterà sempre un dono speciale.

A brevissimo comincerò a pubblicare qualche ricetta che spero apprezzerete.

Se volete scrivermi lasciate pure commenti a seguito, mi farete molto contenta e sarà un piacere rispondervi.

 

A presto

S.