Lievitate

Danubio Dolce Bigusto

Ciao amici,

perché non iniziare la giornata con una bella brioche fatta in casa? Ho voluto sperimentare il Danubio, ricetta di cui esistono tantissime versioni fatto con un impasto molto versatile che può essere usato sia per preparazioni dolci che salate: si compone di tante piccole palline di pasta lievitata che si possono staccare direttamente con le mani e all’interno di ciascuna pallina potete nascondere un goloso ripieno! Questa versione è molto bella anche da vedere, alterna palline bianche a palline nere, con ripieni diversi all’interno…davvero buonissimi per grandi e piccini! 🙂 Solo il tempo di lievitazione poi la ricetta è davvero veloce…sbizzarritevi con ripieni diversi (anche salati) tutti da provare

INGREDIENTI: 

  • 250 ml di latte tiepido
  • 15 gr lievito birra fresco
  • 1 uovo
  • 120 gr zucchero
  • 120 ml olio di semi
  • 600 gr farina
  • 15 gr cacao amaro
  • 1 bustina di lievito
  • 1 tavoletta di cioccolato bianco e 1 di cioccolato al latte per il ripieno

PREPARAZIONE: 

Iniziamo a preparare l’impasto, che essendo un lievitato ha bisogno del lievito di birra. Sciogliere il panettino di lievito nel latte tiepido (non troppo caldo altrimenti “uccideremmo” il lievito, ne troppo freddo se no non si attiverebbe bene). Mescolare per farlo sciogliere bene. Aggiungere quindi lo zucchero, l’olio, il lievito e l’uovo continuando a mescolare.

IMG_20180113_151203 IMG_20180113_151851 IMG_20180113_151911

Sempre mescolando cominciare ad aggiungere farina una manciata per volta, fino ad aver aggiunto metà della farina disponibile. A questo punto dividere l’impasto in due ciotole: in una ciotola aggiungere il cacao e poco meno della metà della farina rimasta, all’altra metà lasciata bianca aggiungere la restante farina. Lavorare entrambi gli impasti (sempre con un po’ di farina) sulla spianatoia finché non si ottiene un panetto liscio ed omogeneo.

IMG_20180113_152424 IMG_20180113_153153 IMG_20180113_154243 IMG_20180113_154358 IMG_20180113_155040

Coprire le due ciotole con una pellicola trasparente dopo aver inciso una croce sui due impasti. Lasciar lievitare 2 ore in forno spento (ma con temperatura di circa 50°). Dopo la lievitazione prendere i due impasti e con ognuno formare 12 palline di circa 40 gr. Aprire ciascuna palline, stenderla e posizionare al centro un quadretto di cioccolato, per poi richiuderla a pallina chiudendo con un pizzicotto. Io ho usato il cioccolato bianco per le palline al cacao, mentre quello al latte per le palline bianche. Ma potete sbizzarrirvi come meglio credete.

IMG_20180113_171328 IMG_20180113_171435 IMG_20180113_171832

Infarinare e ungere cosi una teglia rettangolare da 8 porzioni o una rotonda da 28 cm e posizionare le palline alternando i colori. Lasciar lievitare ancora una mezz’oretta prima di informare a 180° per 35 minuti.

IMG_20180113_173200 IMG_20180113_175208 IMG_20180114_083338

Terminata la cottura sfornare il dolce…volume raddoppiato e un odore troppo invitante!!! Toglierlo dalla teglia e sistemarlo su un vassoio: l’impasto è morbidissimo e ripieno di cioccolato fuso…da staccarne subito una pallina!!! Mi raccomando conservatolo coperto per qualche giorno e prima di gustarlo metterlo 30 secondi nel microonde che il ripieno si lascia andare un po’…ancora più goloso assaggiarlo cosi!!!!! 🙂 Buona merenda

IMG_20180114_083448 IMG_20180114_090730 IMG_20180114_091007

 

FLAUTI Home-made

Ciao,

rieccomi con una nuova ricettina per voi..ormai mi sono appassionata ai lievitati e, nella ricerca di un dolcetto per la colazione della domenica, mi è venuta voglia di fare una briochina, di quelle che si mangiavano durante l’intervallo da bambini, ma quale?! Ho trovato ispirazione da un classico delle brioches industriali..una delle più famose e delle più amate..i FLAUTI delle Mulino Bianco. Io li adoro e li adoravo: piccoli, ripieni di crema o di cioccolata, morbidi e dolci giusto per togliere un piccolo sfizio. A casa mia però non si vedono più merende confezionate da molti anni, ormai da me si mangiano solo dolci Home-made e quindi perchè non provare a replicare questo dolce in casa? Sicuramente sarà più genuino, più dosato, più personalizzato e sicuramente buonissimo…e poi che soddisfazione prepararsi un Flauto in casa no? Provate anche voi..vedrete che bontà

INGREDIENTI (per circa 8 flauti)

  • 260 gr di Farina 00IMG-20171018-WA0003[1]
  • 60 gr burro morbido
  • 70 gr zucchero semolato
  • 100 ml latte
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina lievito Mastro Fornaio (non vorrei far pubblicità ma è il migliore!)

PREPARAZIONE:

In un’ampia ciotola mettere la farina, il sale, lo zucchero. Mescolare bene (a mano o con l’uso del gancio di una planetaria) e aggiungere il latte.

Aggiungere poi l’uovo sbattuto e poi il burro fuso raffreddato: effettuare questo procedimento un pò per volta, aspettando che il burro precedentemente inserito sia stato bene assorbito. Mescolare dopo ogni aggiunta, perchè deve essere ben incorporato. Lavorare tutto molto velocemente per almeno dieci minuti

IMG-20171018-WA0004[1] IMG-20171018-WA0007[1] IMG-20171018-WA0001[1]

L’impasto sarà all’inizio appiccicoso, ma poi guadagnerà elasticità e compattezza: si otterrà un impasto liscio, omogeneo e burroso, facilmente staccabile dai bordi della ciotola. A questo punto formare una palla e porla in una ciotola capiente imburrata e infarinata. Coprirla con un canovaccio e lasciar lievitare per almeno due ore in un luogo tiepido e asciutto (io solitamente in forno spento con temperatura di 50°). Il volume dell’impasto, come si vede in foto, dovrà triplicare.

IMG-20171018-WA0006[1] IMG-20171018-WA0002[1]

Una volta pronto infarinare il piano da lavoro e cominciare a stenderlo con un mattarello e con l’aiuto delle mani (è infatti molto elastico): preparare dei rettangoli spessi circa 4 cm e di dimensione di circa 12×15 cm (io ho usato un righellino, ma non mi sono venuti precisi comunque, ma non preoccupatevi..il bello dell’home-made è proprio questo, che sono tutti diversi l’uno dall’altro!!) Sul lato corto creare delle frange larghe circa 1,5 cm e lunghe circa 4 cm.

IMG-20171018-WA0008[1] IMG-20171018-WA0011[1] IMG-20171018-WA0012[1]

Arrotolare poi ogni rettangolo su se stesso partendo dal lato corto non tagliato, facendo in modo che la parte finale delle frange sia posizionata sotto la brioche: in questo modo si eviterà che si aprano durante la cottura.

IMG-20171018-WA0013[1] IMG-20171018-WA0016[1]

Disporre i flauti su una teglia ricoperta da carta da forno, coprirle con un panno e lasciar lievitare un’altra oretta. Una volta pronte spennellare con latte e cospargere con zucchero le brioches.

IMG-20171018-WA0017[1] IMG-20171018-WA0018[1]

Cuocere quindi in forno già caldo a 180° per circa 12 minuti, o fino a quando non saranno dorati in superficie.Toglierli quindi dal forno e aspettare che raffreddino. Una volta freddi tagliarli a metà e farcirli come meglio preferite: cioccolata, marmellata, crema pasticcera, crema al pistacchio, burro, miele e le più svariate granelle. Io ho scelto la marmellata di more per alcuni e la cioccolata con pistacchio o con cocco per altri, ma davvero, in questa fase sbizzarritevi come credete e come più vi piace!!!

IMG-20171018-WA0022[1]IMG-20171018-WA0019[1] IMG-20171018-WA0020[1]

Ecco quindi a voi i flauti, questi piccoli panini dolci lievitati che tanto abbiamo amato da bambini (e che in tanti ancora amano!). Cosa c’è di più bello che provare a farli Home-Made. Come avete visto la ricetta non è complessa e davvero otterrete un ottimo risultato per una colazione genuina e sfiziosa!! La merendina confezionata fatta in casa non è da tutti, stupirà grandi e piccini sicuramente!!!! Provate per credere e ovviamente fatemi sapere!!

S.

IMG-20171018-WA0015[1]  IMG-20171018-WA0021[1] IMG-20171018-WA0024[1]

 

 

Torta di Rose

Ciao,

che ne dite di sperimentare una bella torta lievitata quest’oggi? Non sono mai state il mio forte, ho sempre avuto problemi con la la lievitazione e le attese infinite, ma dopo aver provato questa ricetta mi sento una super panificatrice! Questa torta volevo farla da tantissimo tempo, mi ricorda tantissimo le merende a casa di una amica e oggi ho voluto replicarla: con qualche consiglio che vi posso dare sicuramente otterrete un ottimo risultato…una torta non magrissima ovviamente (burro e zucchero puro!!) ma che per una colazione potremmo anche concederci una volta no??! Provatela anche voi e fatemi sapere..ecco come farla

INGREDIENTI:

  • 500 gr farina 00IMG-20171013-WA0005[1]
  • 100 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 80 gr burro fuso tiepido
  • 140 ml latte tiepido
  • bustina di vanillina
  • cucchiaino di sale
  • una bustina di lievito di Birra “Mastro Fornaio” Paneangeli
  •        PER FARCIRE: 100 gr burro temperatura ambiente+100 gr zucchero

 

PREPARAZIONE

La preparazione dell’impasto può essere fatto sia a mano che con la planetaria. Vi fornisco la ricetta per compierla a mano dato che sarà il caso di molti, ma per chi avesse la planetaria può inserire tutti gli ingredienti nella terrina e impastare.

Iniziare setacciando la farina in una terrina larga mescolando il Lievito di birra Mastro Fornaio: vi consiglio questo perchè non ha bisogno di essere sciolto in acqua o latte e attendere perchè si attivi, ma si attiva da solo durante la lavorazione soltanto con l’aggiunta di zucchero. Io mi sono trovata benissimo, costa poco e si trova ovunque… ve lo consiglio per evitare qualsiasi altro problema, dove purtroppo mi sono già incartata in altre situazioni.

Al centro del mucchio praticare una buca e versarvi zucchero, vanillina, sale, uova e burro tiepido. Amalgamare il tutto con una forchetta, aggiungendo un po’ per volta il latte tiepido.

IMG-20171013-WA0006[1]  IMG-20171013-WA0008[1] IMG-20171013-WA0007[1]

Una volta ottenuto l’impasto (sia lavorato a mano o con la planetaria) lavorarlo sul piano del tavolo infarinato per almeno 10 minuti, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo fino al completo assorbimento del liquido. Rimettere quindi l’impasto nella terrina infarinata, coprirla con un canovaccio umido e porlo a lievitare in luogo tiepido, come il forno scaldato a 50°, poi spento, e con luce accesa) fino a quando il suo volume sarà raddoppiato (ci vorrà un’oretta e mezza)

IMG-20171013-WA0009[1] IMG-20171013-WA0010[1] IMG-20171013-WA0003[1]

Cominciare intanto a preparare la farcitura lavorando il burro a crema, aggiungendo gradatamente lo zucchero: consiglio di usare lo sbattitore per questo lavoro. Io ho scelto il ripieno classico per questo genere di torta, ma ovviamente voi potete provare tutto ciò che più vi piace: crema pasticcera, Nutella, crema di pistacchio, marmellata e tutto variegato come meglio volete partendo dalle gocce di cioccolato, al cocco, allo zenzero, al limone o alla mela…sbizzarritevi!!!

IMG-20171013-WA0013[1] IMG-20171013-WA0012[1]

Passato il tempo di lievitazione con un matterello stendere l’impasto ben lievitato in una sfoglia rettangolare (35×50 cm circa), spalmare la crema di farcitura e quindi arrotolare la sfoglia dal lato più lungo. Tagliare quindi il rotolo in 12 pezzi uguali (io ho usato un metro per prendere più o meno le misure!!)

IMG-20171013-WA0011[1] IMG-20171013-WA0014[1] IMG-20171013-WA0002[1] IMG-20171013-WA0015[1]

Sistemare in uno stampo (di 26 cm) semplicemente imburrato e infarinato oppure foderato con carta da forno. Mettere quindi a lievitare una seconda volta in luogo tiepido per 20 minuti circa (io ho messo ancora nel forno coperto da un canovaccio a temperatura di circa 40°) . Le girelline ora saranno belle sode e unite tra loro. Cuocere per 25 minuti nella parte media del forno preriscaldato a 210° (tenete d’occhio che la parte sopra non cuocia troppo e si bruci…piuttosto abbassare di un livello nel forno la teglia)

IMG-20171013-WA0001[1] IMG-20171013-WA0017[1] IMG-20171013-WA0016[1]

Una volta sfornata la torta si può o mangiare tiepida (che secondo me è squisita) oppure direttamente una volta raffreddata. Secondo me è una bontà vera e propria questo bel mazzo di fiori…ecco com’è venuto

IMG-20171013-WA0000[1]   IMG-20171013-WA0020[1] IMG-20171013-WA0022[1]

12 bellissime roselline briochate, ripiene di una dolce crema al burro e zucchero.. erano talmente buone che ho fatto giusto in tempo ad assaggiarne un pezzetto prima di vederla spazzolata via… provate per credere!!! Prima prova con un lievitato top!!!! Fatemi sapere se vi è piaciuta!!!

S.